Abilismo: fenomeno con cui si confronta chi è ADHD

abilismo

Indice Contenuti

Sempre più di spesso su internet e sui social avrai letto il termine abilismo (ableism in inglese), ma ti sei mai chiesto cosa significhi e perché è un termine da avere ben presente quando si parla di disabilità e condizioni marginanti come l’ADHD e altri disturbi del neurosviluppo?

Scopriamo perchè chi è ADHD si deve confrontare con l’abilismo!

Che cos’è l’abilismo?

La definizione di abilismo è quella di una forma di discriminazione che si verifica quando le persone con disabilità vengono svalutate o escluse a causa delle loro condizioni. 

L’abilismo può assumere molte forme: 

  • dalle barriere fisiche che impediscono di accedere agli spazi pubblici 
  • all’uso di un linguaggio dispregiativo che perpetua gli stereotipi negativi.

La forma di discriminazione dell’Abilismo potrebbe avere due possibili effetti negativi sul Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività. 

Effetti dell’abilismo sul Disturbo da Deficit dell’attenzione e Iperattività (ADHD)

Il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD o DDAI) è un disturbo del neurosviluppo cronico, quindi che caratterizza anche gli adulti. Nonostante l’incidenza del 3,5% nella popolazione adulta (ancora largamente sottodiagnosticata), le persone ADHD  tendono ad affrontare uno stigma e vere e proprie discriminazioni a causa dell’abilismo che spesso può:

  • indurre sentimenti di vergogna rispetto alla condizione dell’ADHD, 
  • spingere nei casi peggiori all’isolamento e alla bassa autostima
  • rendere ancora più gravose le difficoltà nei contesti della vita quotidiana.

Gli adulti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) sperimentano tra i vari sintomi dell’ADHD la difficoltà nel restare concentrati e attenti su un compito specifico, l’iperattività e l’impulsività nei gesti e tutta una serie di manifestazioni che possono portare sfide nella vita di tutti giorni: ad esempio le richieste in contesti accademici, lavorativi e sociali.

Come si manifesta l’abilismo verso chi è ADHD?

Ecco due principali manifestazioni della discriiminazione dell’Abilismo verso  gli adulti con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD o DDAI):  

  1. Fraintendimento del Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD): Per l’ADHD negli adulti, l’abilismo può manifestarsi in diversi modi ma forse il più comune è il fraintendimento del disturbo stesso. Molte persone con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) sono accusate di essere pigre, demotivate o disattente, quando in realtà i loro comportamenti sono dovuti alla condizione neurologica sottostante. Questo malinteso può portare ad atteggiamenti negativi nei confronti delle persone ADHD, che a loro volta possono portare a discriminazione ed esclusione.
  1. Stereotipi Negativi rivolti agli adulti ADHD: Infatti, l’altra faccia della medaglia è quella degli stereotipi negativi. Gli adulti ADHD  sono spesso descritti come iperattivi, disorganizzati e incapaci di concentrarsi, tutti stereotipi potenzialmente dannosi poiché perpetuano l’idea che le persone con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività siano del tutto inaffidabili e non in grado di adempiere agli impegni, e ciò può influenzare negativamente possibili progressi professionali.

L’abilismo ha portato a situazioni di discriminazione e incomprensione in contesti accademici, professionali e sociali e determinato in capo a larga parte della comunità ADHD:

  • esclusione, 
  • costruzione di barriere istituzionali,
  • riluttanza a riconoscere esigenze specifiche del disturbo.

Preconcetti e incomprensioni sono alla base dell’abilismo. 

L’abilismo oscura i tratti positivi dell’ADHD

I due casi estremi sopra citati e soprattutto la generale sottostima delle diagnosi ADHD in Italia hanno fatto sì che, fino a tempi recenti, non si siano mai considerati i tratti positivi che spesso caratterizzano le persone ADHD, come:

  • la creatività,
  • la curiosità,
  • la sensibilità
  • l’iperfocalizzazione.

Molte persone con Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) spiccano per creatività e curiosità e talvolta denotano capacità nel riconoscere schemi e relazioni dove altri invece non riescono. Inoltre gli adulti ADHD possono piegare a loro vantaggio la capacità di iperfocalizzazione (classica manifestazione del disturbo) per essere estremamente produttivi e padroneggiare determinati soggetti di interesse.

Interiorizzazione dell’abilismo nella comunità ADHD

Sfortunatamente, a causa dell’attitudine all’abilismo a cui molti, se non tutti noi, siamo stati esposti, è più comune che quelli che emergano siano i difetti a dispetto dei punti di forza e anche quando ciò non accade spesso la comunità ADHD non è consapevole del legame tra tali pregi e il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività. 

Questo fenomeno che viene chiamato di ‘interiorizzazione dell’abilismo’ è purtroppo molto diffuso e produce danni seri all’autostima e all’identità della comunità ADHD poiché va contro la nozione fondamentale di accettazione della condizione come parte della persona. 

Le cause dell’abilismo, sia come attitudine che come processo interiorizzato, influenzano il modo in cui la comunità ADHD  percepisce e interagisce con il mondo. Il primo passo per riconoscere e smantellare la concezione abilista dell’ADHD è quello di comprendere che il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività oltre ad essere una condizione ha anche valenza di identità e in quanto tale deve essere validata. 

Come si sconfigge l’abilismo nei confronti di chi è ADHD?

Se pensi di aver avuto atteggiamenti che riconosci essere abilisti, ecco cosa potresti fare per non incoraggiare questo fenomeno e le sue conseguenze, con le quali chi è ADHD si deve confrontare.

  1. Educare: l’istruzione è la chiave per affrontare l’abilismo. Educando gli altri sul Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) e sul suo impatto, possiamo ridurre lo stigma e aumentarne la comprensione evitando preconcetti sbagliati. 
  1. Sensibilizzare: l’attivismo è fondamentale per promuovere i diritti delle persone ADHD. Sostenendo la parità di trattamento, con una particolare attenzione a determinate esigenze e necessità, si può garantire che gli adulti ADHD abbiano accesso alle risorse necessarie ad avere successo.
  1. Supportare: il supporto di familiari, amici e operatori sanitari può essere determinante nell’aiutare le persone ADHD ad affrontare le sfide del disturbo. Fornendo incoraggiamento e offrendo un percorso di psicoeducazione per il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD), possiamo aiutare gli adulti ADHD a raggiungere i propri obiettivi e vivere una vita appagante priva di stigma.
  1. Includere: l’inclusione è essenziale per promuovere la diversità e ridurre la discriminazione. Includendo chi è ADHD nei contesti accademici, lavorativi e sociali possiamo promuovere la comprensione e l’accettazione sia del disturbo sia dell’identità della comunità.

La psicoeducazione ADHD contro l’abilismo

L’abilismo, o discriminazione basata sull’abilità, è una problematica diffusa nella società che spesso colpisce coloro che vivono con disturbi dell’attenzione, come l’ADHD. In un mondo sempre più digitalizzato, è fondamentale cercare soluzioni accessibili per supportare chi affronta queste sfide quotidiane

In questo contesto, la clinica online ADHD di GAM Medical emerge come una risorsa preziosa. Offrendo servizi specialistici attraverso la telemedicina, questa clinica si propone di abbattere le barriere geografiche e migliorare l’accessibilità alle cure. Le persone con ADHD possono beneficiare della comodità di consultare esperti da casa propria per seguire la psicoeducazione del Disturbo da Deficit dell’Attenzione Iperattività (ADHD)

GAM Medical si impegna a fornire un approccio personalizzato, adattando e consigliando il miglior percorso di psicoeducazione ADHD in base alle esigenze specifiche dell’adulto adhd. Questa iniziativa non solo contribuisce a combattere l’abilismo, ma promuove anche un ambiente terapeutico per il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività inclusivo, dove l’attenzione si focalizza sulla persona e non sulle barriere logistiche. La clinica online ADHD di GAM Medical si presenta come un passo avanti nel favorire l’uguaglianza nelle cure del Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD), rispondendo alle esigenze di una comunità spesso trascurata. Il tuo benessere psicologico ci sta a cuore!

Sei ADHD? Scopri ora la psicoeducazione ADHD!

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Stai vivendo con l’ADHD da adulto?
Ora puoi scoprirlo

Prima di andare via, ti suggeriamo di leggere questi articoli

Se ti è piaciuto l'articolo iscriviti alla newsletter per non perdere tutte le nostre comunicazioni.

×

Ciao!

Clicca il tasto qui sotto per contattarci su Whatsapp

×