Donne adhd: come ignorare i commenti negativi

adhd donne: commenti negativi

Indice Contenuti

Le donne con disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) affrontano quotidianamente sfide uniche e spesso invisibili. Queste sfide sono aggravate da commenti negativi e giudizi misogini che possono avere un impatto profondo e duraturo sulla loro autostima e benessere. 

In questo articolo, esploreremo alcune delle esperienze comuni delle donne ADHD, analizzando come possano ignorare i commenti negativi e sviluppare strategie per vivere una vita più soddisfacente e serena.

Le esperienze delle donne ADHD

Le aspettative sui ruoli di genere, sebbene ormai obsolete, continuano a influenzare negativamente le donne in molteplici aspetti della loro vita quotidiana. Queste aspettative rigide e anacronistiche sono spesso radicate in stereotipi di lunga data che definiscono come le donne dovrebbero comportarsi, quali tratti dovrebbero esibire e quali ruoli dovrebbero ricoprire sia nella sfera privata che pubblica.

In particolare, queste aspettative possono essere particolarmente opprimenti per le donne ADHD, che già affrontano sfide significative a causa del loro disturbo. Lo studio “Differenze di genere nella prevalenza e negli effetti dell’ADHD negli adulti” evidenzia come le donne adhd siano più compromesse rispetto agli uomini adhd per quanto riguarda il funzionamento sociale, la gestione dello stress e i disturbi dell’umore. Abbiamo già investigato le differenze di genere tra uomini adhd e donne adhd in un altro articolo del nostro blog Gam Medical.

Come affrontare i commenti negativi se sei una donna adhd?

Commenti sessisti e ignoranti possono emergere in ogni contesto della vita di una donna ADHD, dai banchi di scuola agli ambienti lavorativi, dalle dinamiche familiari alle interazioni sociali. Questi commenti non solo mancano di sensibilità e comprensione, ma possono anche essere profondamente dolorosi, contribuendo a un senso di isolamento e incomprensione.

Molte donne subiscono commenti dannosi ricevuti da insegnanti, familiari e amici, che le hanno fatte sentire inadeguate o inferiori. Un familiare che sminuisce le loro difficoltà come mancanza di impegno o anche un amico che riduce i loro comportamenti a semplici difetti di carattere: questi esempi illustrano come le aspettative di genere possano influire negativamente. 

Questi commenti spesso non sono solo passivamente ignoranti, ma attivamente critici, rafforzando l’idea che le difficoltà legate all’ADHD siano colpa della persona stessa. Questo non solo aumenta il senso di vergogna e colpa, ma può anche minare profondamente la fiducia in se stesse e la capacità di affrontare positivamente le sfide quotidiane. Di conseguenza, le donne ADHD possono sentirsi costantemente inadeguate, lottando non solo contro il loro disturbo ma anche contro una società che non riconosce pienamente le loro esperienze e difficoltà.

Le conseguenze dei commenti negativi sulle donne adhd

I commenti negativi e i giudizi possono avere conseguenze devastanti. Le donne ADHD sono spesso etichettate come “donne lunatiche”, “donne sognatrici ad occhi aperti”, “donne inaffidabili”, “donne smemorate”, “donne ritardatarie”, “donne disordinate” e “donne disorganizzate”. Questi termini non solo stigmatizzano, ma creano un ambiente di sfiducia e critica costante.

Questo genere di giudizi espressi nei confronti delle donne adhd, sebbene possano sembrare innocui, erodono la fiducia e l’autostima, lasciando segni profondi.

Un esempio di giudizio che può portare a gravi danni nelle donne adhd sono i commenti del tipo “devi solo…”: questo genere di commento può essere particolarmente dannoso, poiché minimizza la complessità dell’ADHD e le difficoltà che ne derivano.

Se questi commenti possono essere fastidiosi e dannosi in generale verso tutte le persone, nel caso delle donne e soprattutto delle donne adhd le conseguenze sono ancora più importanti. In una società dove le donne sono costantemente messe in secondo piano, i commenti negativi non fanno che rafforzare questa condizione e la consapevolezza (seppur spesso inconscia) delle donne di meritarsi le critiche da persone esterne che non dovrebbero avere voce in capitolo. Nel caso delle donne con disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività è doppiamente gravoso sulla loro condizione psicologica, portando a crepe nella loro autostima che non permettono di convivere pacificamente con l’adhd. 

Vediamo quindi come è possibile minimizzare i danni che portano questi commenti. 

Strategie per ignorare i commenti negativi se sei donna adhd

Superare l’impatto dei commenti negativi richiede tempo, impegno e una serie di strategie che possono aiutare a rafforzare la propria autostima e a vivere una vita più equilibrata. Ecco alcune strategie che possono rivelarsi efficaci:

  • Consapevolezza di sé e autoaccettazione

Educarsi sull’ADHD può aiutare a comprendere meglio le proprie esperienze e sfide. Conoscere la natura del disturbo può ridurre il senso di colpa e vergogna e aiutare ad affrontare i commenti negativi nel modo corretto. Il blog di Gam Medical può essere utile in questo senso, in modo da conoscere meglio le sfaccettature dell’adhd. Inoltre, accettare sé stesse con tutte le proprie peculiarità è fondamentale. Riconoscere che l’ADHD è parte di ciò che si è, ma non definisce completamente chi si è, può essere liberatorio.

  • Costruire una rete di supporto

Connettersi con altre persone ADHD può offrire conforto e comprensione. Gruppi di supporto, sia online che in persona, possono essere una risorsa preziosa.

Inoltre, spiegare l’ADHD a chi è vicino può aiutare a creare un ambiente di comprensione e supporto. Educare gli altri può ridurre i commenti ignoranti e favorire relazioni più positive. Lo scopo del nostro blog è anche quello di educare le persone a conoscere l’adhd, sia che ne soffrano sia che siano completamente estranei al disturbo.

  • Praticare la mindfulness e la resilienza

Praticare la mindfulness può aiutare a gestire lo stress e a rimanere focalizzati sul presente, riducendo l’impatto dei pensieri negativi. Per quanto riguarda la resilienza, invece, svilupparla significa imparare a recuperare dalle avversità. Questo può includere l’adozione di strategie di coping efficaci e il mantenimento di una visione positiva del futuro.

  • Sfatare i miti sui ruoli di genere

Essere consapevoli dei pregiudizi di genere che influenzano i commenti e le aspettative degli altri può aiutare a contestarli e ignorarli. Affermare la propria identità e i propri talenti, indipendentemente dalle aspettative di genere, è un passo importante verso l’empowerment personale.

  • Terapia e consulenza psicologica

La terapia cognitivo-comportamentale può aiutare a identificare e modificare i pensieri negativi e i comportamenti disfunzionali, migliorando l’autostima e la gestione dell’ADHD.  Lo studio “Terapia Cognitivo comportamentale” illustra bene le caratteristiche di questo approccio. 

Presso la nostra clinica è possibile mettersi in contatto con psicologi professionisti. Parlare con un professionista della salute mentale può fornire uno spazio sicuro per esplorare i sentimenti e sviluppare strategie per affrontare le sfide.

Come sfatare i ruoli di genere se si è adhd?

Le donne ADHD affrontano una serie di sfide uniche che sono spesso aggravate da commenti negativi e giudizi sessisti. Ogni commento negativo può sembrare una piccola spinta verso l’insicurezza, ma l’accumulo di tali commenti può avere un impatto devastante sulla salute mentale e sull’autostima di una donna ADHD. Tuttavia, abbiamo visto che esistono strategie efficaci per contrastare questi effetti negativi e vivere una vita più equilibrata e soddisfacente.

Sfatare i miti sui ruoli di genere è una strategia fondamentale. Le donne ADHD possono sfidare le aspettative tradizionali di genere e affermare la loro identità unica. Questo può includere parlare apertamente delle proprie esperienze, educare gli altri sull’ADHD e rifiutare di conformarsi a stereotipi dannosi.

GAM Medical: professionisti dell’autostima per le donne adhd

Con il tempo e l’impegno, è possibile superare le critiche e sviluppare una forte autostima e un senso di autovalutazione positivo. Questo richiede pazienza e perseveranza, ma i risultati possono essere profondamente gratificanti. Le donne ADHD possono imparare a vedere le loro sfide come opportunità di crescita e sviluppo personale. Possono costruire vite piene di realizzazioni e soddisfazioni, nonostante e anche grazie alle loro esperienze uniche.  

La nostra clinica Gam Medical, può fornire ulteriori strumenti e risorse per affrontare l’ADHD. Mettiamo a disposizione i nostri professionisti che possono aiutarti nella gestione dell’adhd e dei commenti negativi che potresti subire. Tramite il supporto online dei nostri professionisti potrai finalmente liberarti del peso dei giudizi altrui e vivere la vita e il disturbo adhd in modo più equilibrato e sereno.

Visita la nostra pagina Professionisti di Gam Medical per scoprire il nostro team ed entrare in contatto con i professionisti adatti a te.

Questo contenuto ha lo scopo di informare, non di sostituire la diagnosi di un esperto. 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo con amici e familiari!

Fonti:

  • https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35878424/
  • https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29261869
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Stai vivendo con l’ADHD da adulto?
Ora puoi scoprirlo

Prima di andare via, ti suggeriamo di leggere questi articoli

Se ti è piaciuto l'articolo iscriviti alla newsletter per non perdere tutte le nostre comunicazioni.